Quanto costa scioperare?

Negli ultimi mesi troppo sono stati gli scioperi e probabilmente tanti ne saranno anche nel futuro. Questa pare sia l’opinione diffusa tra il personale scolastico e la causa è da ritrovarsi anche nelle numerose sigle sindacali che pare nascano come funghi e che certamente non contribuiscono a rendere chiaro il panorama sindacale.

Ma a frenare la partecipazione dei lavoratori agli scioperi indette dalle varie sigle sindacali non è solo il numero elevato di scioperi che si susseguono durante l’intero anno scolastico ma anche e soprattutto il costo in termini di trattenute in busta paga.

Come tutti ben sanno chi aderisce ad una giornata di sciopero non ha diritto ad alcuna retribuzione giornaliera.

Aderire allo sciopero, dunque, comporta un costo che va a totale carico del dipendente il cui costo è riferito all’ordine di scuola e al grado di istruzione di cui ogni docente fa parte:

  • Insegnanti scuola dell’infanzia e primaria, media giornaliera pari a 64,41 euro;
  • Docenti scuola secondaria di primo grado, media giornaliera pari a 70,13 euro;
  • Docenti scuola secondaria di secondo grado, media giornaliera di 68,93
  • Per gli ITP la media giornaliera è di 65,33 euro.

Come risulta chiaro dalle somme appena illustrate, diventa difficile pensare di coinvolgere la maggior parte dei docenti di tutti gli ordini scolastici, soprattutto quando nell’arco di un anno vengono indetti 12-13 scioperi, con la media di quasi uno al mese.

Print Friendly, PDF & Email